Incontri sulla sessualità per giovani e adulti all’ombra del faro. A colpi di musica rap.

Si intitola “Rap – Porti” la serata dedicata ai temi dell’educazione sessuale organizzata al bar del faro con appuntamenti per adolescenti e adulti giovedì 26 luglio, ore 18,30. Intervengono psicologhe e ginecologhe di una rete di associazioni. Nel mezzo, esibizione rap dei Senza Testa Crew & Guest ed aperitivo. La partecipazione è gratuita.

Sessualità e musica rap. Al Fargo, il bar del faro al parco Cardeto intervengono psicologhe e ginecologhe per parlare di sessualità in età adulta ed adolescenza, attraverso due momenti di confronto, uno per i più giovani e l’altro per chi è più maturo. Quello del 26 luglio è il terzo appuntamento dei giovedì “For heArt”, che  il bar de faro, gestito da associazione Nie wiem assieme a Raval Family, dedica a temi sociali e umani col supporto dei linguaggi dell’arte.

Stavolta il canale alternativo attraverso cui veicolare emozioni, pensieri ed informazione e cultura sarà il Rap, che alternerà gli interventi delle esperte, in un dialogo su come vivere se stessi e la propria sfera di rapporti, quando la sessualità è ormai divenuta una libera scelta.

La serata, a partecipazione gratuita, è scandita in tre tempi. Si inizia con più giovani a partire dalle 18. Ragazzi e ragazze dai 14 ai 18 anni potranno formulare un loro pensiero o una domanda in modo autonomo in un messaggio scritto, che poi servirà a incanalare il dibattito guidato da due esperto come Valeria Bezzeccheri e Serena Peroni, la prima ginecologa responsabile del progetto Affari di Cuore del consultorio del Comune di Ancona; la seconda psicologa e psicoterapeuta della rete Che Gender.

Alle 19, 30 arriva la musica rap coi Senza Testa Crew & Guest, gruppo nato fra i banchi di scuola intorno al 2015, che nei propri testi rap vive e racconta il mondo della sessualità.

Dopo l’aperitivo si prosegue con l’appuntamento rivolto agli adulti, in un momento di scambio e discussione su eros e relazioni.

L’incontro è organizzato da più realtà e associazioni: Diritto e rovescio, Love is love, Rebel Network, Progetto affari di cuore del consultorio di Ancona, Rete Chegender, Calliope Bio Psico Sociale e con la partecipazione di Informabus. Spiegano gli organizzatori in una nota congiunta: «Il progetto nasce dal Consultorio di Ancona in collaborazione con il Comune di Ancona per tutti i giovani dai 14 ai 24 anni ed è finalizzato all’attivazione di azioni per la promozione di corretti stili di vita nella popolazione giovanile. Nasce dall’esigenza di fornire ai giovani un punto di riferimento gestito da operatori competenti avvicinandoli al consultorio con un’offerta attiva che utilizzi forme di comunicazione più vicine al loro mondo e spazi istituzionali e non per superare le diffidenze che possono inizialmente esserci tra i giovani ad avvicinarsi ad una sede di tipo sanitario».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *